Pubblicato in: sport

A bike ride

Yesterday I went as usual on a bike, happy to put a few wings to my feet and fly on the asphalt and feel the air on my face with my favorite songs in my ears.

We like nature and stay in the open air, so get ready, go for it …
 for half the journey the landscape ran fast, the sun on the skin, the air in the face, the sweat and the landscape flowing Fast in front of me, they united in a state of general well-being that for a moment let me forget the problems and the tribulations of life, until I heard a CRACK from the pedals …. "what happened?" I wonder … the chain had broken and now it was on the ground !!!

After a moment of losing and a phone call with my girlfriend with whom we make the point of the situation, I hurry to walk by pushing the bike to the nearest train station when "a miracle" happens, a cyclist like Me stops and asks me if There were problems, after explaining to him what happened, he told me 5 unexpected words for me, "calmly fix it right away."

https://puntidivista12.blogspot.it/2017/07/a-bike-ride.html?m=1

From his tool bag pulls out the solution, 2 "jerseys" replacing the broken ones and the tool to repair the chain, time 10 minutes was all over, feeling embarrassed I told him I did not have the wallet with me to shake and He replied "do not worry, today is touched to you, tomorrow may happen to me, if you do not help between us …" beautiful words that make you think that there are still "angels" in this individualist society And selfish exist, we can improve this society if we think less about ourselves and more about others.

Pubblicato in: sport

Paolo Nicolai e Daniele Lupo ed è ARGENTO!

Paolo Nicolai 
Nato a Ortono il 6 agosto 1988
Daniele Lupo
Nato a Roma il 6 maggio 1991
Questi ragazzi sono l’orgoglio italiano, grandissimi giocatori di beach volley.
Il 13 maggio 2012 ottengono il loro primo podio in una tappa del World tour a Pechino, in Cina, giungendo il secondo posto.
Fanno parte all’edizione dei Giochi olimpici di Londra 2012 e si classificano al quinto posto.
Nicolai ha partecipato a quattro edizioni e Lupo a due edizioni dei campionati mondiali ottenendo come miglior risultato il nono posto a Stare Jablonki 2013.
Nel 2014 Lupo e Nicolai presero parte agli europei di beach volley e raggiunsero la finale, dove affrontarono e sconfissero la coppia lettone formata da Aleksandrs Samoilovs e Janis Smedins, conquistando così la medaglia d’oro. Con questa vittoria, i due stabilirono il record di primi italiani vincitori di un titolo europeo nel beach volley maschile.
Nel 2014 vincono per la prima volta nella storia del beach volley italiano una tappa del world tour e una tappa del gran slam.
Nel 2015 vincono la medaglia di bronzo al world tour di Sochi.
Nel 2016 si apre con la medaglia d’argento ai world tour di Vitoria e Fuzhou, l’oro a Sochi e la vittoria del secondo titolo di Campioni d’Europa. Gli ottimi risultati del biennio portano la squadra azzurra a qualificarsi per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016.
Conquistano la finale battendo in semifinale i russi Semjonow e Krasilnikov.
Italia – Brasile, la FINALE
La medaglia d’oro per i bravissimi atleti brasiliani Alison e Bruno.
I nostri azzurri se la sono giocata come solo loro sanno giocare, con passione e grande determinazione.

Bravissimi questi due atleti azzurri che con il lavoro di squadra hanno portato il beach volley italiano per la prima volta ad una finale olimpica.

Un tumore e un menisco al ginocchio non hanno fermato la voglia di “giocare” di questi due azzurri.
E così arriva l’argento italiano!
Grande emozione e una bellissima partita… Bravi azzurri!

Pubblicato in: sport

OLIMPIADI DI RIO 2016 – Simone Biles

Olimpiadi di Rio 2016
La passione e il lavoro di Simone Biles
Un esempio da seguire

Simone Biles 
E’ nata il 14 marzo del 1997 a Columbus (Usa), è una ginnasta statunitense, quattro volte campionessa olimpica e membro della Final Five, la squadra nazionale statunitense vincitrice della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio 2016.
E’ la prima ginnasta ad aver vinto tre titoli mondiali consecutivi Anversa 2013, Nanning 2014, Glasgow 2015 e seconda statunitense ad aver vinto quattro titoli nazionali consecutivi.
Con 10 medaglie d’oro è la ginnasta ad aver vinto più titoli mondiali nella storia e con 19 medaglie vinte tra Mondiali e Olimpiadi, supera anche il record di Shannon Miller, diventando la ginnasta più decorata d’America.

Vive a Spring, in Texas, dove si allena presso il Worls Champions Centre, una palestra fondata da lei stessa con la sua famiglia e l’allenatrice Aimee Boorman.

Olimpiadi di Rio
Il 7 agosto, con la giornata di qualificazione femminile, inizia la sua avventura olimpica. Compete in tutti e quattro gli attrezzi e contribuisce a far qualificare la squadra statunitense al primo posto con un complessivo di 185.238, staccando la Cina seconda classificata di 10 punti (175.279). Individualmente svolge dei buonissimi esercizi su tutti e quattro gli attrezzi, riuscendo a qualificarsi al primo posto nel concorso individuale (62.366) e per le finali al volteggio (16.050 di media), alla trave (15.633) e al corpo libero (15.733).

Il 9 agosto torna a competere su tutti e quattro gli attrezzi per la finale a squadre. Con degli altissimi punteggi. 15.933 al volteggio, 14.800 alle parallele, 15.300 alla trave e 15.800 al corpo libero, vince la medaglia d’oro insieme alla squadra statunitense (184.897), che stacca di ben 8 punti la Russia e la Cina.
Questo è il terzo oro vinto dagli Stati Uniti in un concorso a squadre olimpico.
L’11 agosto, vince la medaglia d’oro nel concorso generale individuale, battendo di circa 2 punti la connazionale Alexandra Rasiman e di 4 punti la russa Aliya Mustafina.

Simone è la prima ginnasta ad aver vinto tutti i concorsi individuali di un ciclo olimpico e la seconda statunitense ad aver vinto un oro in entrambi i concorsi.
E’ inoltre il quarto oro consecutivo vinto dagli Stati Uniti d’America.
Il 14 agosto partecipa alla finale al volteggio, con due buonissimi salti e con una media di 15.966 punti vince la terza medaglia d’oro dei Giochi Olimpici. Nei giorni seguenti compete nella finale alla trave dove, a causa di alcuni sbilanciamenti, arriva al terzo posto. Al corpo libero vince la medaglia d’oro, diventando così la prima ginnasta statunitense ad aver vinto quattro titoli in un singola olimpiade.

Ci piace questa giovane atleta, ci ha regalato degli esercizi emozionanti e perfetti, la concentrazione che metteva in ogni esercizio ci ha fatto capire la voglia di una medaglia, la voglia di essere la migliore, la voglia di vincere, ma ciò che ci ha conquistato è stato il suo sorriso, un sorriso innocente e sincero degno di una campionessa…

 VAI AVANTI COSI NELLO SPORT E NELLA VITA!