Pubblicato in: film

Film – Tartarughe Ninja, Fuori dall’ombra

Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra è un film attuale, molto divertente del 2016 diretto da Dave Green.

E chi non ha mai visto le mitiche Tartarughe Ninja e ballato con Vanilla Ice e il suo Ninja Rap o letto i fumetti di Kevin Eastman.

http://puntidivista12.blogspot.it/2016/08/film-tartarughe-ninja-fuori-dallombra.html Le Tartarughe Ninja vivono nell’ombra di una città in cui il tasso di  criminalità è elevato.
Leonardo, Raffaello, Michelangelo e Donatello, il Clan del Piede, April vi faranno tornare indietro nel tempo ma allo stesso “tempo” vi coinvolgeranno con effetti grafici attuali ma come sempre il divertimento, l’ironia, LA PIZZA, il gioco di squadra, LOSKATEBOARD, il maestro SPLINTER, le arti marziali ci faranno passare 120 min in splendida compagnia.

Pubblicato in: film

FILM – L’altra faccia del diavolo

La mia scena preferita
L’altra faccia del diavolo è un film horror del 2012 diretto da William Brent Bell.
Un film inquietante con scene di esorcismi un po’ diversi dal solito.
Isabella la protagonista è una ragazza giovane che vola fino a Roma per studiare gli esorcismi e realizzare un documentario… ma non solo … c’è una motivazione ancora maggiore… ma il suo soggiorno nella capitale dell’Italia sarà sconvolgente.
Vi consigliamo di vederlo in quanto è un film che presenta tanti colpi di scena, eventi mozzafiato e scene surreali, nonostante le critiche negative lette su internet noi vi consigliamo di vederlo in quanto questo è un film molto interessante e coinvolgente, vi farà restare incollati allo schermo dall’inizio alla fine.

AIUTIAMO I NOSTRI FRATELLI E SORELLE DI AMATRICE!

Cari amici ci sono diversi annunci per bloccare le raccolte di generi di prima necessità. Ne hanno davvero tantissimi e si rischia di doverne buttare via.
Vi invitiamo a sostenere i nostri fratelli, le nostre sorelle e Amatrice e gli altri paesi coinvolti mediante il messaggio di solidarietà da 2€ al numero 45500.

http://puntidivista12.blogspot.it/2016/08/aiutiamo-i-nostri-fratelli-e-sorelle-di.html

Pubblicato in: fatto storico

28 Agosto, INCIDENTE A RAMSTEIN

Incidente a Ramstein

Amici il 28 Agosto per noi e per tutti gli amanti del volo è un giorno triste, in quanto si ricorda l’incidente delle Frecce TricoloriRamstein (Germania) avvenuto nel1988.
I morti furono 70, di cui 3 suglo aerei (Tenente Colonnello Ivo Nutarelli, il solista, cioè il Pony 10 della formazione, il Tenente Colonnello Mario Naldini, il Capo pattuglia, Pony 1 e Capo il Capitano Giorgio Alessio Pony 2), 67 vittime a terrae 346 feriti.

La fredda cronostoria:l’incidente capitò all’inizio dell’esibizione della P.A.N. durante la manovra del Cardioide, una delle figure più rappresentative delle frecce, il “solista” (Pony 10), provenendo frontalmente rispetto al pubblico, avrebbe dovuto incrociare i due gruppi sorvolando il punto di incrocio dopo 3/5 secondi. Al momento dell’incrocio decisivo, l’altezza dei velivoli rispetto al suolo era di circa 40 metri, L’aereo del solistaNutarelli, eseguì la sua manovra prima con un lieve ritardo e successivamente ad una serie di correzioni, recuperò un eccessivo anticipo che portò il velivolo in rotta di collisione con i due gruppi che si apprestavano all’incrocio di fronte al pubblico e al centro della pista.
Resosi conto di essere in anticipo, cercò presumibilmente di rallentare la picchiata estraendo l’aerofreno ventrale, degradando così l’aerodinamica del velivolo eriducendone di fatto la velocità. Gli speciali strumenti volti al calcolo dello stress da accelerazione installati esclusivamente sul velivolo del solista indicarono che solo negliultimissimi istanti prima dell’impatto Nutarelli tentò una brusca manovra correttiva per far prendere quota al suo velivolo, subendo una straordinaria sollecitazionevicina ai 10G.

Malgrado l’estremo tentativo il solista non riuscì a evitare l’impatto, giungendo fatalmente al punto d’intersezione della figura. L’ala destra di PONY10 attraversò l’abitacolo di PONY2 uccidendo all’istante il cap. Alessio e impattò con il muso l’aereo del capo formazione, ten. col. Naldini (PONY1), tranciandone la coda e rendendolo ingovernabile. Nutarelli morì sul colpo. Frammenti dei due aerei colpirono anche i velivoli 3 e 5, che riuscirono ad allontanarsi dalla scena.

PONY1 si schiantò su una corsia laterale alla pista senza che Naldini usufruisse delseggiolino eiettabile e coinvolgendo l’elicottero medico e il suo pilota, il capitano Kim Strader, che riportò gravi lesioni. Contemporaneamente, PONY2 precipitava sulla pista ed esplodeva senza causare danni di rilievo. PONY10, del tutto privo dellacabina di pilotaggio e avvolto dalle fiamme, si impennò, cadendo al suolo con l’ala destra e scivolando in una nube di carburante incendiato sull’erba davanti l’area delpubblico, dove investì gli spettatori per poi arrestarsi nell’urto contro un furgone di gelati ivi parcheggiato.
(cronostoria Aeronautica Militare / wikipedia)
Molti i misteri intorno a questa vicenda, alcuni parlano di sabotaggio in quanto i piloti erano in volo poco prima del disastro aereo di USTICA e magari “videro qualcosa”…… Noi di questo non ne vogliamo parlare, la politica ed i sabotaggi la lasciamo agli altri e per altre occasioni, noi parliamo di cose umane, di sentimenti e ciò che proviamo è un senso di dolore tristezza per quanto accaduto, il video che vedrete è stato girato durante quei terribili momenti e  mette i brividi 😦

Noi abbiamo avuto “l’onore” di vedere i resti di Ramstein al museo dell’aviazione di Rimini, credeteci sono da pelle d’oca, essere li a pochi centimetri da un fatto cosìtriste e brutto è stato molto toccante:
PUNTIDIVISTA a distanza di quasi 30anni è vicina ai piloti  Ivo Nutarelli, Mario Naldini,  Giorgio Alessio ed ai loro famigliari……….. CIAO RAGAZZI, CIELI BLU.